PUBBLICAZIONI

L’ACCORDO PROVINCIALE FRA CONFAPI E CGIL CISL UIL

 

IL CREDITO DI IMPOSTA PER LA FORMAZIONE 4.0 DEI DIPENDENTI A MISURA DI PMI

Un accordo che faciliterà la diffusione dei processi di innovazione tecnologica a vantaggio di imprese e lavoratori.

 

Questi i contenuti dell’intesa territoriale sottoscritta da Confapi Pisa e Cgil, Cisl e Uil di Pisa che consentirà alle aziende che applicano i contratti Confapi di usufruire del credito d’imposta per le attività di formazione legate a Industria 4.0.

A firmarlo: 

Luigi Pino (Presidente di Confapi Pisa)

Antonio Ledda (Segretario Generale CGIL Pisa)

Dario Campera (Segretario Generale CISL Pisa)

Angelo Colombo (Responsabile UIL Pisa).

L’accordo interconfederale consente alle aziende aderenti al sistema Confapi di usufruire dell’incentivo introdotto dalla legge di bilancio 2018 e fissa le regole condivise dalle Parti sociali – sulla base dei precedenti accordi sulla rappresentanza, modello contrattuale e bilateralità del 26 luglio 2016 – per sottoscrivere gli accordi aziendali e territoriali necessari per beneficiare dell’incentivo.
Il relativo decreto di attuazione dello scorso 4 maggio dispone infatti che le attività di formazione per le quali è possibile godere dell’agevolazione devono essere disciplinate da contratti collettivi aziendali e territoriali da depositare presso la competente sede dell’Ispettorato territoriale del lavoro. In particolare, l’accordo stabilisce che le imprese prive di rappresentanza sindacale aziendale e in cui non siano state elette le RSA/RSU possono conferire mandato all’Associazione del sistema Confapi per la sottoscrizione con gli omologhi di Cgil, Cisl, Uil degli accordi sindacali.

Formare le persone è la strada maestra per rafforzare la competitività – è quanto afferma il Presidente Confapi Luigi Pino ; la capacità di rispondere efficacemente ai cambiamenti del contesto competitivo e alle richieste di un mercato produttivo in rapida evoluzione si affronta anche attraverso l’acquisizione o il rafforzamento di competenze garantite da specifici programmi formativi. Posizione condivisa dai rappresentanti del sindacato che ricordano come tutti gli investimenti in innovazione sul piano produttivo, organizzativo e delle risorse umane devono avere al centro la qualità del lavoro.

La rivoluzione digitale industriale è una realtà, la consapevolezza che si andrà sempre di più a lavorare in sistemi industriali ottimizzati per ottenere massima efficienza e qualità, genera nuovi ambiti di responsabilità a carico delle imprese nel fornire ad addetti e maestranze le competenze e le conoscenze che permettano loro di operare in questo nuovo contesto digitale. Diventa pertanto strategico che il patrimonio di competenze delle Pmi accumulato negli anni si adegui alle nuove esigenze e venga trasmesso alle nuove generazioni di lavoratori.

La sottoscrizione dell’accordo si inserisce nel solco della storica condivisione di azioni ed obbiettivi da parte di Confapi e di Cgil, Cisl e Uil e che passa anche attraverso la migliore gestione di tutti gli strumenti della bilateralità di derivazione contrattuale. Sotto questo profilo è stato convenuto di dare luogo prossimamente ad una serie di eventi ed iniziative di promozione di tutti gli strumenti in favore di imprese e lavoratori aggiornati alle ultime risultanze della contrattazione collettiva.

 

 

 

Confapi Servizi  LOGO APITIRRENO SVILUPPO  EBM LOGO  EBM LOGO SALUTE    logo cespim            logo fapi  logo fasdapi  

 

 

logo enfea  logo enfea salute    OPNC logo 1   opnm LOGO  logo fincredit confapi    logo fondapi  logo fondazione idi  logo fondo dirigenti pmi  logo pmi wfmanager.tif  logo previndapi            

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo