Articoli


r.genere


Parità di genere, rapporto biennale entro il 30 settembre

Entro il 30 settembre le aziende con più di 50 dipendenti dovranno redigere e comunicare il rapporto biennale sulla situazione del personale maschile e femminile previsto dal Codice delle pari opportunità.

In caso di mancato invio, vengono previste non solo specifiche sanzioni pecuniarie fino ad un massimo di 512 euro,  ma anche la sospensione da determinati benefici contributivi.
Il rapporto va compilato e 
inviato tramite il portale Servizi Lavoro del Ministero.
Per accedervi, le imprese dovranno disporre di 
Spid (Sistema pubblico di identità digitale) o Cie (Carta d’identità elettronica) del legale rappresentate o di un altro soggetto abilitato.

Il termine del 30 settembre è stato concesso in fase di prima applicazione delle nuove modalità di trasmissione del report.
Dal 2022-2023 in poi, il termine di trasmissione cadrà invece il 
30 aprile dell’anno successivo alla scadenza di ciascun biennio.

Nei casi in cui l’inottemperanza si protraesse per più di un anno, potrà essere disposta anche la sospensione per 12 mesi dei benefici contributivi che eventualmente spettino all’azienda.
Qualora infine l’Ispettorato nazionale del lavoro evidenziasse rapporti mendaci o incompleti, potranno essere comminate 
sanzioni amministrative pecuniarie fino anche a 5.000 euro.

Per qualsiasi dubbio contattaci al numero  050/8068165  oppure aQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

 

 logo-CONFAPI-INDUSTRIA-PISA.jpg.png LOGO APITIRRENO SVILUPPO  logo fapiEBM LOGO  EBM LOGO SALUTE    logo cespim              logo fasdapi     Confapi Servizi

 

 

logo enfea  logo enfea salute    OPNC logo 1   opnm LOGO  logo fincredit confapi    logo fondapi  logo fondazione idi  logo fondo dirigenti pmi  logo pmi wfmanager.tif  logo previndapi            

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo